Riparazioni - attrezzatura di base

Qui trovi aiuto nella risoluzione dei problemi hardware del tuo cabinato
Rispondi
Avatar utente
Barito
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1856
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 500

Riparazioni - attrezzatura di base

Messaggio da Barito » 09/11/2016, 10:48

I nostri amati cassoni hanno una certa età e il più delle volte hanno pure lavorato tanto nei bar o salegiochi, quindi qualche guasto è da mettere in conto.
Preso atto di questo, é bene dotarsi preventivamente della giusta strumentazione/attrezzatura. Qui cercheremo di darti alcune dritte per scegliere bene.
NOTA: le foto sono prese dalla rete, accazzo. Le marche e modelli dei dispositivi sono casuali, quindi non indicative.

Multimetro Digitale
Il multimetro digitale (o DMM, Digital MultiMeter) è lo strumento diagnostico per eccellenza, non solo nel mondo arcade, ma nell’elettronica in generale; con questo strumento si possono, in particolare, verificare tensioni, controllare la continuità elettrica delle linee/piste, misurare valori di resistenza, misurare correnti; alcuni permettono addirittura di misurare la capacità di certi tipi di condensatori (ma non è una misura efficace con un DMM). Di fatto, una MONTAGNA di roba, tutta con un unico, semplice strumento.

Immagine

La funzione che userai di più sarà quella di “continuità” o “provadiodi”, cioè la determinazione della continuità di conduzione fra due elementi del circuito (in altre parole, se un elemento è in comunicazione elettricamente con un altro). Altra misura ricorrente è quella di tensione.
Ora, per i nostri fini va benissimo il DMM più economico che puoi trovare. Puoi stare tranquillamente sotto i 15 euro. Sebbene sia ormai standard, assicurati che abbia la funzione “provadiodi” (funzione 14 in figura).

Immagine

A >> questo link<< trovi un sacco di info utili per approfondire il discorso e cominciare ad usarlo.

Saldatore a stagno
Il saldatore a stagno serve, appunto, a saldare elementi elettrici ed elettronici; nel nostro hobbie si usa inizialmente per saldare i collegamenti dei pulsanti o per “convertire” cablaggi pre-jamma in jamma, ma col tempo lo userai anche per riparazioni più delicate, come la sostituzione di componenti dello chassis del monitor o della scheda gioco.
Proprio in previsione di lavori su parti delicate, è bene distinguere fra “saldatore a stilo” e “stazione di saldatura a stilo”.
Ecco un tipico saldatore a stilo:

Immagine

Il saldatore a stilo è sostanzialmente uno stilo a contatto con un elemento riscaldante attraversato da una corrente alternata; costa pochissimo (anche meno di 10 euro), è molto maneggevole, ma ha due gravi difetti:
1) L’alimentazione è AC diretta, quindi eventuali spikes di rete possono essere trasferiti all’elemento in riparazione;
2) Lavora ad una temperatura fissa.
Il punto (1) non è problematico se vuoi eseguire una riparazione di tipo elettrico (es. saldatura di un cavo ad un tasto, oppure di un cavo al pettine jamma), ma può diventare critica quando devi operare su una scheda elettronica. Il punto (2), in caso di temperatura troppo elevata, può essere deleterio per la scheda in riparazione ("cottura" del componente, ma anche danni alle piste); poter controllare la temperatura di saldatura ha anche un aspetto pratico (ti accorgerai che ci sono zone delle PCB più difficili da saldare/dissaldare che richiedono T maggiori).
A dirla tutta, all’inizio anche io avevo per le mani un saldatore a stilo regalatomi dal meccanico dell’officina del centro in cui lavoravo; ci ho fatto di tutto, persino un recap completo di un monitor, senza problemi; si, quel monitor ancora funziona. Questo per dire che se ne hai uno per le mani e vuoi risparmiare qualcosa, puoi prenderti i tuoi rischi e procedere.
Per andare sul sicuro, è consigliabile usare una “stazione di saldatura” a stilo:

Immagine

Qui i prezzi sono molto variabili; al solito, per usi sporadici non serve spendere tanto (ne esistono anche da 10 – 15 euro che svolgono il loro sporco lavoro).
Una nota sullo stagno: per saldare cavi, stagno da 1,5 mm di diametro può andare bene, ma può essere leggermente troppo largo se devi fare lavori di fino; se non vuoi procurarti avvolgimenti di stagno di varie misure, vai con un 0,8 mm e vivi sereno.
Non é vero che siamo quello che mangiamo: siamo quello che non dimentichiamo.


Avatar utente
saturnshadow
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1593
Iscritto il: 04/05/2016, 16:00
Medaglie: 29
Reputation: 415
Località: Bologna
Nazione: Italy
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno Challengebuster Season Winner

Re: Riparazioni - strumentazione di base

Messaggio da saturnshadow » 09/11/2016, 14:37

attendevo con ansia un post del genere [clap2.gif]

mica era rivolto a me che sto rompendo con quel monitor vero? [rofl.gif]

poi servirà anche la guida per come effettuare correttamente le saldature dei componenti sulle schede! nel frattempo studio e mi approvigiono [book6.gif]


Avatar utente
Barito
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1856
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 500

Re: Riparazioni - strumentazione di base

Messaggio da Barito » 09/11/2016, 14:42

Diciamo che "il la" mell'hai dato tu
É una di quelle guide base che avevo già pensato di buttar giù e ho preso la palla al balzo.
Sulle saldature, fai prima a vedere uno dei "millemila" tutorial su youtube perché se aspetti me, rischi la vecchiaia
Non é vero che siamo quello che mangiamo: siamo quello che non dimentichiamo.


Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite