Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Area dedicata alle guide tecniche,consigli e suggerimenti.
Rispondi
Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 29/07/2016, 20:30

Ciao a tutti

Spero di essere utile a chi ha timore di far dei danni anche solo guardando una qualsiasi scheda elettronica. All'inizio spaventa, ma poi ci si prende la mano. Consiglio di cominciare da un diodo, o comunque un piccolo componente, per poi passare all'integrato da zoccolare.
Attrezzature necessarie:

- un OTTIMO stagnatore.
- pasta flussante (stagna)
- retina in filo da almeno 2.5 mm. Nelle foto vedrete la retina da 1.5 mm. FA SCHIFO.
- Stagno
- Spazzolino da denti usato.
- Alcol. Nel mio caso uso Alcol isopropilico, ma va benissimo anche il comune alcol rosso. L'importante è che sgrassi, e che sia volatile.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 29/07/2016, 20:44

Ci tengo a precisare che questa non è l'unica o miglior tecnica. È solamente il mio sistema.
Ne accenno gli svantaggi:
- Serve necessariamente un buon saldatore di elevata qualità. Se usate quello da 15 euro del brico non avrete gli stessi risultati.
VANTAGGI
- Non dovete per forza possedere un succhia Stagno
- Il risultato è pulito e di ottima qualità.

Comincio con l' impostare la temperatura del saldatore a 335, 340 gradi circa. È elevata. Non usatela per poi saldare i componenti.
Inzuppo la retina nella pasta stagna, e la sciolgo poi con il saldatore stesso.
Appoggio la retina sulle saldature che voglio eliminare.
Ci appoggio poi sopra il saldatore. Come per magia la retina assorbirà lo stagno. Probabilmente l'operazione è da ripetere più volte.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 29/07/2016, 21:15

Ora con una piccola punta metallica stacco il piedino del componente dal foro della circuito. È rimasto attaccato solo per un piccolo lembo.
Fatto con tutti i piedini, estraggo con facilità il componente.
Sempre con retina e saldatore tolgo i residui di stagno dalle isole.
La zona di lavoro ora è pulita dal metallo, ma impiastricciata di pasta stagna. Con abbondante alcol, e un comune Spazzolino da denti detergo la situazione.
Se ho anche il compressore, soffio via l'alcol e sturo i fori sulla base.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 29/07/2016, 21:36

Capita spesse volte che i componenti elettronici siano stati anni in magazzino. Hanno quindi una patina di ossido superficiale che ne rende difficoltosa la saldatura. Lo stagno fa fatica a legare con le zampette. Piccolo trucco. Con un pochino di lana metallica (non so il nome preciso) ripasso i piedini. Poi avrò meno difficoltà a stagnare.
Posiziono il componente in sede, e lo saldo. Ora il mio saldatore ha una temperatura impostata a 300 gradi circa.
Ripulisco di nuovo la zona con alcol e spazzolino e soffio.

La cosa più importante da fare è il controllo del lavoro che abbiamo fatto. ANCHE SE SIAMO SICURI DEL NOSTRO OPERATO. Questo ci serve per la certezza di aver svolto un lavoro qualitativamente ottimo. CONTROLLO. Questa regola è valida con tutto quello che facciamo.

Nel caso specifico, uso il multimetro. Lo setto in test continuità. Cerco potenzialii cortocircuiti tra le saldature. Ovviamente non devono esserci.
Poi verifico la continuità delle saldature che ho fatto, mettendo un puntale nella zampetta che ho saldato, e l'altro nella pista a cui dev'essere collegato. In poche parole sto distante dalla saldatura. Solamente così ho la certezza che conduce.

Verificata la bontà del mio lavoro, installo la scheda nella sede di provenienza, e..... Incrocio le dita. Ho sempre un po' di apprensione in questi casi.
Buon lavoro a tutti.
Marino
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
Barito
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1857
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 500

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Barito » 29/07/2016, 21:44

Bel lavoro Marino!
Non é vero che siamo quello che mangiamo: siamo quello che non dimentichiamo.


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 29/07/2016, 21:45

Grazie stea
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
b4nd1t0
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2211
Iscritto il: 06/06/2016, 17:34
Medaglie: 8
Reputation: 526
Località: Roma
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia di bronzo Medaglia di legno
Contatta:

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da b4nd1t0 » 30/07/2016, 14:15

Grazie per il prezioso contributo Sonnycor, leggervi è sempre un piacere e una fortuna, non tutti condividono volentieri il proprio sapere in questo modo, con passione. Avrò modo di ringraziare tutti nel tempo, sono certo, oggi tocca a te.
Ma dimmi, perché 'sto saldatore deve essere buono o non quello da 20€ insomma, io col mio ci modificavo pure le playstation2 ai tempi e m'ha sempre detto bene e poi ha sempre funzionato tutto oh. Di contro ho sempre usato il succhiastagno che l'ho sempre odiato... quindi la calzetta la provo volentieri.

Inviato dal mio M-MP1S4B3G utilizzando Tapatalk
mame-wolfmame-hbmame cab friendly ed altri emu compilati da me -> vai quì

in bacheca uso wolfmame 0.167 (e mo è rimasto solo masez! [on_eek.gif] )


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 30/07/2016, 14:29

Il saldatore serve buono per regolazione della temperatura, nonché per qualità dei metalli della punta. Se scalda troppo distruggi le piste, e se scalda poco non assorbirà lo stagno. La lega non scorre con temperature sbabliate. Dopo due anni abbondanti di lavoro, il mio ha ancora il puntale nuovo. E ti assicuro che lo sfrutto.
Comunque, nessuno ti proibisce di tentare con il tuo. Se riesci bene puoi sempre arricchire questa guida, facendo risparmiare un bel pò di soldini a chi vuole cimentarsi. Sono a favore della collaborazione, mica mi offendo se metti anche il tuo sistema. Anzi..... Diamo alla gente più possibilità, o addirittura possibilità di ingegnarsi valutando più sistemi in un'unica guida.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


cip060
Arcader
Arcader
Messaggi: 467
Iscritto il: 12/02/2016, 22:28
Reputation: 65

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da cip060 » 30/07/2016, 14:47

Guarda ti rispndo io!!
Se avessi comprato e speso subito i miei soldi per un saldatore serio invece di 10 15 euro ogni volta che dovevo saldare adesso avrei stazione saldante e pure un oscilloscopio!! [wallbash.gif] [wallbash.gif]


Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2134
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 370
Località: Roma

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da biasini » 30/07/2016, 15:34

Complimenti per il tuo lavoro di condivisione Sonny, che è letteralmente un lavoro parallelo a quelli svolti per l'hobby...
Aggiungo che una stazione saldante l'ho acquistata anche io tempo fa (analogica e non di marca), ma la sola possibilità di regolare la temperatura, è una cosa utilissima.


Avatar utente
Barito
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1857
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 500

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Barito » 30/07/2016, 15:51

La distinzione importante, secondo me, non é fra saldatore di marca o meno, ma fra sandatore a stilo e stazione saldante; il saldatore a stilo non va bene in quanto non permette il controllo della T. La stazione saldante, invece, anche cinesina, basta allo scopo.
Poi, come si dice: "chi più spende, meno spende"
Non é vero che siamo quello che mangiamo: siamo quello che non dimentichiamo.


Avatar utente
b4nd1t0
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2211
Iscritto il: 06/06/2016, 17:34
Medaglie: 8
Reputation: 526
Località: Roma
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia di bronzo Medaglia di legno
Contatta:

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da b4nd1t0 » 31/07/2016, 9:22

Ok, quindi il bottone sul saldatore non basta :D , io più leggo più mi fate venire le manie.

Inviato dal mio XT1032 utilizzando Tapatalk
mame-wolfmame-hbmame cab friendly ed altri emu compilati da me -> vai quì

in bacheca uso wolfmame 0.167 (e mo è rimasto solo masez! [on_eek.gif] )


Avatar utente
frame
Arcader
Arcader
Messaggi: 327
Iscritto il: 06/11/2015, 21:31
Reputation: 81

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da frame » 31/07/2016, 22:26

Io ho ancora lo stagnatore a penna a 220v, preso circa 2 anni fa in un kit.. più che altro perchè necessitavo la (per me mai vista prima di allora..) succhiastagno.

Presto prenderò una stazione: la vedo come un investimento sia per l'hobby che non, un prodotto che (semmai dovessi dismettere l' Arcade..) mi rimarrà, rispetto alla roba dozzinale da "10 Euro e getta" (come multimetri e tanto altro ancora..) di cui troppo spesso giustifichiamo l'acquisto con: "..ma si, lo uso 1 volta sola..va bene".
Questo rientra anche in una visione meno consumistica, rispetto a quella cui forse ci eravamo abituati nei tempi pre-crisi (..come la grande "fame" del ricambio parco TV a tubo catodico, cui ci ha anche, e non poco, incalzato la pubblicità con la scusa di quella porcata del millennio che fu la televisione digitale terreste..)
..forse i tempi sono di nuovo cambiati, e sto notando un ritorno al recupero di ciò che un tempo si sarebbe buttato a favore del nuovo.
L'Arcade è disciplina istruttiva sotto questo punto di vista: valorizzare quello che abbiamo e tentare di ripristinarlo, prima di pensare di sostituirlo.

Divagazione a parte:
sarebbe utile anche una piccola parentesi sulle saldature: colore, forma della "goccia di stagno", attacco sulla piazzola della PCB...

..certo che con una stazione di qualità adeguata (in cui è auto regolata la temperatura..) tutto questo, mi pare di capire, si semplifica di parecchio rispetto al mio "stagnatore simil-cacciavite"..


Avatar utente
b4nd1t0
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2211
Iscritto il: 06/06/2016, 17:34
Medaglie: 8
Reputation: 526
Località: Roma
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia di bronzo Medaglia di legno
Contatta:

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da b4nd1t0 » 01/08/2016, 0:03

vedevo in giro ma i prodotti che trovo in negozio mi sembrano cinesate e le cinesate che posso ordinare in rete sembrano avanti di 100 anni rispetto a quelle, sono confuso perché i prezzi sono veramente bassi oltreoceano e altissimi sotto casa.
la parentesi sulle saldature che dice frame non mi dispiacerebbe e nemmeno considerare le eventuali temperature (+o-) da utilizzare nelle varie fasi/zone boh
@sonnycor ma col mosquito curvo dietro il saldatore che ci fai? [on_eek2.gif]
mame-wolfmame-hbmame cab friendly ed altri emu compilati da me -> vai quì

in bacheca uso wolfmame 0.167 (e mo è rimasto solo masez! [on_eek.gif] )


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 01/08/2016, 11:53

Ragazzi, la consistenza dello stagno la valuto sempre di volta il volta, spesso provando. Abbiamo a volte a che fare con schede quarantenni, dove è anche difficile farlo scorrere.
Purtroppo non conosco il sistema dell'osservazione e della valutazione della goccia. Se volete integrare, sono ben felice di apprendere e imparare. Così risparmio stagno. Ho le mani attaccate alle spalle.
Bandito.... Sono un ex odontotecnico, e tutto quello che usavo in laboratorio mi torna utile. Anche il banco con cassetti sempre aperti e zoccolo di legno è da odontotecnico. Come diceva Terence Hill, "Impara l'arte e giocatela a carte!".
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Avatar utente
frame
Arcader
Arcader
Messaggi: 327
Iscritto il: 06/11/2015, 21:31
Reputation: 81

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da frame » 20/08/2016, 11:38

Ciao Sonny,
vorrei due suggerimenti.
Ho acquistato, finalmente, una stazione saldante decente (uguale alla tua).
Ho letto che le punte sono fondamentali: c'è un kit con le 5 tipologie di punte diverse, adottabili su questa stazione...sono tutte utili secondo te (limitatamente al nostro impiego sull'Arcade..)? ...meglio prenderne un paio di una misure specifica piuttosto che tutto il Kit "di assaggio"?

Per la trecciola assorbi stagno, cosa suggerisci?..la 1,5 la sconsigli.. poi c'è la 2 o la 3 mm... quale?
..per la treccia, penso che sia migliore della pompetta succhiastango per praticità soprattutto: con la succhiastagno bisogna lavorare con 2 mani: 1regge il saldatore per scaldare lo stagno, l'altra pronta a schiacciare il risucchio della pompetta: molta coordinazione.. e molta scomodità.


Avatar utente
Barito
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1857
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 500

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Barito » 20/08/2016, 11:49

La differenza fra uso della treccia piuttosto che della pompetta sta nel fatto che la treccia rimuove ogni traccia di stagno, ma devi insistere parecchio con la punta del saldatore, quindi il componente che stai dissaldando lo butti; non va bene quindi se vuoi recuperare componenti dalle schede. Con la pompetta, il lavoro viene meno pulito, devi operare due tre volte, ma non rovina il componente.
Dipende da caso a caso dunque...
Non é vero che siamo quello che mangiamo: siamo quello che non dimentichiamo.


Avatar utente
b4nd1t0
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2211
Iscritto il: 06/06/2016, 17:34
Medaglie: 8
Reputation: 526
Località: Roma
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia di bronzo Medaglia di legno
Contatta:

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da b4nd1t0 » 20/08/2016, 14:15

Io sono in attesa della pompetta che scalda anche, appena torno dovrei trovarla. L'avete mai provata?

Inviato dal mio XT1032 utilizzando Tapatalk
mame-wolfmame-hbmame cab friendly ed altri emu compilati da me -> vai quì

in bacheca uso wolfmame 0.167 (e mo è rimasto solo masez! [on_eek.gif] )


Avatar utente
frame
Arcader
Arcader
Messaggi: 327
Iscritto il: 06/11/2015, 21:31
Reputation: 81

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da frame » 20/08/2016, 15:17

Le aspirastagno, ho letto altrove, non sono molto aspiranti.. dai Bandito, metti una tua recensione in merito poi, a questo punto.

Una treccia l'ho ordinata cmq (3mm), e a questo punto penso che vada in accoppiata con una punta più grande e larga della solita (fine..)in dotazione sulla stazione..
Grazie Marchetto per la precisazione: pensavo che con la treccia l'effetto fosse lo stesso..
..quindi: se si vuole togliere un componente per testarlo fori scheda è d'obbligo usare l'aspirazione per staccarlo senza rovinarlo irreparabilmente.


Avatar utente
Sonnycor
Arcader
Arcader
Messaggi: 380
Iscritto il: 27/05/2016, 22:05
Reputation: 152

Re: Guida alla sostituzione di un componente elettronico anche complesso.

Messaggio da Sonnycor » 20/08/2016, 19:49

Come punta quella che ho trovato installata, faccio tutto. È grossa, fatta a cono, quindi sottile in punta. Molto versatile. La vedi nelle foto.
Treccia, ottima la 3 mm. Più è grossa, più stagno assorbe.
Stirala lateralmente con le dita, prima di usarla.
_____PREPARE_FOR_AFTERSHOCK____


Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti