Genesi di un bartop "diverso"

Progetti realizzati o in fase di realizzazione, Plans e layout per cabinati,bartop e weecade
Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2143
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 374
Località: Roma

Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da biasini » 12/05/2016, 23:07

C’era una volta un cabinato autocostruito…per la serie: “nulla si crea, nulla si distrugge, ma tutto si trasforma”, mi ritrovavo ormai da anni con i resti del mio primo “Frankenstein” videoludico che giacevano in un angolo del box, ormai senza più componenti, danneggiato, logoro, sporco, inutilizzabile.

Ebbene, dopo averlo trascurato da così tanto tempo (l’avevo realizzato 10 anni fa ed abbandonato dopo 2-3), decido di utilizzarlo come “donatore” per un nuovo progetto, un piccolo bartop da 1 player ad utilizzo esclusivo con giochi arcade a risoluzione verticale.
Questa scelta esclusiva è stata determinata dalla poca soddisfazione che ho sempre avuto nell’adattare sui cabinati a schermo orizzontale 4:3 tali giochi, soprattutto quelli della Golden Age, che mal si abituano a starsene ruotati sui CRT 15khz.
Già in passato stavo realizzando un cab dedicato alla causa…ma i soliti problemi di spazio e la sempre maggiore inclinazione che mi porta a preferire gli originali, mi ha convinto ad optare per un bel piano di recupero del vecchio materiale.

Si comincia…
Il mio desiderio era quello di omaggiare una software house produttrice di giochi ben noti, ma di cui in Italia ai tempi non abbiamo avuto alcuna diffusione in quanto a cabinati dedicati: sto parlando di Nintendo e non credo ci sia molto da aggiungere, se non che titoli come Donkey Kong, Popeye e Mario Bros, sono solo alcune delle pietre miliari e fra quelli che giocavo con maggiore soddisfazione da bambino.
Scelgo quindi di realizzare un piccolo cabinato a singola postazione con 4 tasti e schermo CRT posto verticalmente.
La scelta dei quattro tasti posizionati a croce è un altro “omaggio” (anche utile in verità per alcuni giochi) ad un altro titolo storico di vecchia data, ovvero Vanguard, il primo gioco di successo targato SNK, di cui esiste anche una versione con licenza italiana, della gloriosa Zaccaria, con uno dei cab più belli realizzati dall’azienda.

Purtroppo (o per fortuna) non ho molte foto degli inizi, la prima cosa utile è un abbozzo dell’insieme successivo ai tagli principali, tutti eseguiti a mano con un semplice seghetto alternativo, seguiti da trattamento con raspa e carta vetrata, per la serie “ci si arrangia”.
minicab01.jpg
A fare da schermo sarà la TV Mivar 14” che si vede in foto…fin lì con problemi di funzionamento.
Come si può notare il legno, un robusto multistrato da 15mm (altra “citazione” dei cab Zaccaria), era già stato precedentemente utilizzato e per questo soprattutto i laterali mi daranno parecchio da fare, per vari motivi, oltre che per la mia inesperienza in fatto di lavori di “carrozzeria”.
Il primo passaggio, dopo le solite lunghe carteggiate, sarà quello di stendere un fondo tipo cementite.
Tipo, appunto, ma non cementite purtroppo…un fondo per legno e muro che si rivelerà una delle scelte più fallimentari di quest’impresa.
Fin qui sembrerebbe andare tutto per il meglio…
minicab02.jpg
minicab03.jpg
Si inizia a delineare la struttura, faccio anche i fori per Joy e tasti…
…ma ecco che dopo la prima passata di spray, è in arrivo anche la prima delle fregature che mi toccheranno sulla verniciatura:
minicab04.jpg
Crepe e pori in quantità, nonostante copiose passate di carta abrasiva fina e meno fina.
Si ricomincia…
minicab05.jpg
Credo di aver fatto lo stesso procedimento almeno 4-5 volte, prima di ottenere un effetto accettabile sulla superficie. Lo sconforto e la fatica sono state in questo caso maggiori della soddisfazione del risultato finale, ma tant’è…
minicab06.jpg
E’ il momento di iniziare a sistemare la componentistica e tra le prime cose da realizzare ci sono i vari fori e sedi per leva e pulsanti.
Decido di realizzare a mano l’alloggiamento per la base del joystick con il mezzo che mi sembra più adatto fra i pochi di cui dispongo, ovvero un semplice scalpello da legno, coadiuvato da un altrettanto semplice taglierino sempre da legno.
minicab07.jpg
Per il momento preparo la suddetta base per farci entrare un prodotto cinese che non mi convincerà in pieno e mi convincerà fare delle modifiche per ospitare un prodotto giapponese, nello specifico un Seimitsu LS-32, nettamente superiore alla leva scelta inizialmente.
minicab08.jpg
Più o meno in contemporanea, completo anche il resto della struttura, tagliando, forando e verniciando come meglio mi riesce.
minicab09.jpg
Si passa quindi man mano alla parte elettronica e per prima cosa c’è da mettere mano alla vecchia TV Mivar 14”, che all’inizio darà noie in accensione, con un’alimentazione “ballerina”.
Sostituendo il grosso condensatore elettrolitico sul circuito di alimentazione, tutto torna a posto ed i valori di tensione che passano al resto dello chassis, sono quelli giusti.
minicab10.jpg
E’ giunta la fatidica ora di posizionare tubo ed elettronica all’interno della struttura…questo passaggio rappresenta la sfida maggiore, in quanto nel bartop c’è poco spazio e se per peso, ingombro e stabilità di funzionamento un sottile LCD non presenta alcun problema, infilare dentro un CRT e farlo “convivere” pacificamente con tutto il resto, non è una completa passeggiata.
Dopo aver costruito una semi-struttura di legno intorno al tubo, decido quindi di sistemare l’elettronica della TV, fortunatamente “agile” e contenuta sul piccolo Mivar, su di un laterale del mini-Frankenstein cab
minicab11.jpg
L’idea per un funzionamento privo di disturbi ed interferenze di sorta nel piccolo spazio non schermato, è quella di posizionare alla base del bartop il PC, tenendo lontano dal tubo catodico, soprattutto l’hard disk, l’alimentatore e l’altoparlante, prelevato sempre dalla medesima TV e che sfrutta anche l’amplificazione del Mivar.
“Si…puoò..faaaaareee!”
(Cit.)
minicab12.jpg
Inizia a venir fuori qualcosa, piano piano…
E allora è il momento di sfoderare il cuore pulsante del “freak”: un bel Pentium 4 3.2 socket 478 con 1Gb di Ram DDR, accompagnato da un HD Sata1 da 80Gb…non quello che si dice un PC aggiornato e moderno, ma per i 240 giochi circa che dovrà emulare, andrà benone.
Dissipatore + Ventola Thermaltake sono però di tutto rispetto e seppur grandi quasi più di tutto il blocco processore, schema madre e RAM, giocano a mio favore per raffreddare come si deve il tutto. Applicherò posteriormente un potenziometro di controllo della velocità della ventola, per avere un maggiore controllo della situazione.
Insomma, si procede.
minicab13.jpg
Il prossimo passo è quello di interfacciare audio e video con il PC e per fare ciò intervengo direttamente sui pin della scart della TV, collegandoli alla porta VGA della ATI 9200 a basso profilo con dissipatore passivo, utilizzata per l’occasione.
minicab14.jpg
minicab15.jpg
Di seguito qualche foto non proprio eccelsa, ma che testimonia l’avanzamento dei lavori all’interno, con il Joyhack e la progressiva sistemazione dei vari componenti hardware:
minicab16.jpg
minicab17.jpg
Dopo tutto questo “casotto”, si passa all’esame del dubbio amletico: potrà il joy cinese (nuovo) far bene il suo lavoro, accanto a 4 gloriosi tasti Edierre con chissà quanti anni sulle spalle, ma che smontati e puliti tornano in pienissima efficienza?
La risposta è…no.
Provo quindi a dare fiducia e smonto completamente la leva, disassemblandola in ogni parte.
La resistenza di alcune plastiche è pressoché nulla e un pezzetto di restrittore mi rimane in mano come burro…tutta la struttura non sembra un granché ed i microswitch sono appena sufficienti.
Nonostante la somiglianza estetica con i più blasonati Sanwa, le differenze in fatto di qualità sono evidenti.
minicab18.jpg
La molla potrebbe essere la principale responsabile del mancato feeling che mi fa fortemente dubitare della validità del joystick…ma ogni tentativo di indurirla/modificarla spessorandola, risulterà solo di poco efficace ed alla fine mi farà optare per una Jap.

Tornando alla struttura, tutt’altro che completa, un pezzo non semplice (per me) da realizzare a mano è la parte bassa della zona posteriore, pensata con apertura per alimentatore ATX, foro da 8cm di diametro per ventola, pulsante di accensione, griglia per altoparlante e foro per potenziomentro della ventola del processore.

Tutto in pochi cm, vediamo un po’…
minicab19.jpg
minicab20.jpg
Può andare, per ora…e con l’occasione taglio e vernicio anche il portellino di apertura del retro, a cui poi applicherò una serratura sulla parte in alto al centro.
La ventola al centro in basso garantisce la fuoriuscita del calore, grazie anche alla massa d’aria spinta nella giusta direzione dal super ventolone del processore che è all'interno.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
Barito
Arcade Maniac
Arcade Maniac
Messaggi: 2516
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 644

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Barito » 13/05/2016, 6:52

Proprio bellino!
La classica forma dei weecade e compagnia bella ha stancato, diciamocelo. Inoltre, il CRT é obbligatorioooo :)

Unica cosa, secondo me i joy sul legno vanno montati dall'alto, non dal basso. É un po' laborioso per via dell'incavo che va ricavato e adeguatamente sagomato, ma non perdi altezza della leva e da un punto di vista "strutturale" é più adatto (la base su cui appoggiano i bordi rimane spessa quanto il legno, meno ovviamente la placchetta del joy).
Dal ciglio della strada osservo sbraitando i lavori in corso nel mondo arcade...


Avatar utente
giuppo
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 7:46
Medaglie: 38
Reputation: 612
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno I - Team Battle Challengebuster Maestro Yoda
Contatta:

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da giuppo » 13/05/2016, 10:39

Ottimo reso conto dei lavori effettuati. I miei complimenti [clap2.gif]
Conoscendoti non avevo dubbi che la scelta del monitor sarebbe ricaduta su crt. Certo per un bartop è una scelta insolita, ma per i puristi è l'unica soluzione percorribile.
Che dire, un lavoro fatto veramente bene, grande biasini [up.gif]
Arcademania il forum di riferimento


janniz
Gamer
Gamer
Messaggi: 129
Iscritto il: 07/12/2015, 12:50
Reputation: 115

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da janniz » 13/05/2016, 12:12

Bravo biasini, bel lavoro!
Ah, dimenticavo... #teamCRT tutta la vita :D


Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2143
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 374
Località: Roma

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da biasini » 13/05/2016, 12:26

Grazie per l'apprezzamento ragazzi, appena posso arriva anche il resto del resoconto... [icon_wink.gif]

@Barito: giusta osservazione sul joystick, in effetti il montaggio dall'alto permette di sfruttare tutta l'altezza della leva.
Però il mio intento era anche quello di replicare i joystick dei vecchi cabinati jappo, che erano molto corti ed erano montato sotto (altra citazione, sono il Tarantino degli Arcade... :lol: ).

Immagine
Ci sarebbe anche un'altra motivazione: personalmente mi trovo meglio a giocare avendo la possibilità di poggiare il polso di tanto in tanto, per cui preferisco un leva più corta, è uno dei motivi (insieme ad una maggiore rigidità) che mi fa preferire le Seimitsu rispetto alle Sanwa, per esempio.

Ad ogni modo...lunga vita ai CRT! [ciao-sdentato.gif]


Avatar utente
Barito
Arcade Maniac
Arcade Maniac
Messaggi: 2516
Iscritto il: 08/12/2015, 19:18
Reputation: 644

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Barito » 13/05/2016, 13:00

Si, ma era proprio l'asta ad essere corta! Un'altro feeling ;)
Dal ciglio della strada osservo sbraitando i lavori in corso nel mondo arcade...


Avatar utente
bisus
Arcade Maniac
Arcade Maniac
Messaggi: 3629
Iscritto il: 03/11/2015, 2:16
Reputation: 583
Contatta:

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da bisus » 13/05/2016, 13:40

sempre bello vedere progetti DIY prendere vita. Complimenti Biasini
Segnalazioni problemi Forum
Non esitate a contattarmi in privato se doveste avere problemi sul forum http://www.arcademania.eu
grazie


Avatar utente
Zak0077
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1951
Iscritto il: 03/11/2015, 9:16
Reputation: 254

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Zak0077 » 13/05/2016, 18:46

Bravo biasiiii, ora portalo a meeeee
Ahahahahaha

Inviato dal mio GT-I9195 utilizzando Tapatalk
Bacheca Boys
[coolgun.gif] [coolgun.gif] [coolgun.gif]


Avatar utente
Furiola
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1757
Iscritto il: 23/12/2015, 19:42
Medaglie: 24
Reputation: 305
Località: Pontedera
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno Bad Dude

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Furiola » 13/05/2016, 19:45

Grandissimo!!!

Inviato dal mio GT-N7100 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
michu
Gamer
Gamer
Messaggi: 12
Iscritto il: 18/03/2016, 8:53
Reputation: 8
Località: Paderno Dugnano
Nazione: Italia

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da michu » 13/05/2016, 20:30

Mi piace!!! Ottimo lavoro.


Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2143
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 374
Località: Roma

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da biasini » 17/05/2016, 22:19

Grazie...

Posto qualche altra foto dell’avanzamento lavori, in particolare una delle poche non fatte con lo smartphone e dove si realizza abbastanza bene la visione d’insieme presente all'interno:
minicab24.JPG
Non sto qui a descrivere i molteplici passaggi e le diverse soluzioni adottate attraverso le varie fasi di costruzione. Quel che è certo è che le lunghe pause fatte fra un intervento e l’altro, sono state in se causa di ulteriore difficoltà o ritardo nel portare avanti il lavoro…talvolta si è costretti a rielaborare quasi da zero alcune di quelle fasi finite nell’oblio della memoria, con conseguente frustrazione e perdita di tempo annessa per poter tornare sui propri passi.

Inoltre in queste foto non si colgono quei momenti infiniti trascorsi a capire come risolvere un problema o a fare e rifare qualche particolare che può sembrare insignificante, qualcosa che ci si è scordati di inserire nel progetto iniziale, correzioni, errori e cose realizzate in modo insoddisfacente.

Ad ogni modo, si va avanti verso la meta, anche se talvolta con “buchi” perfino di mesi.
minicab25.jpg
minicab26.JPG
minicab27.JPG
minicab28.jpg
Finalmente la fase del lavoro di “carrozzeria” sta volgendo al termine…decisamente non è il mio forte, soprattutto quando si tratta di fare ogni cosa dalla A alla Zeta.

E’ ora di sistemare le uniche cose non fatte in casa: Bezel, Marquee ed il Plexi del Control Panel.

In realtà, si tratta di adattamenti da me fatti stampare dopo aver modificato con Adobe Illustrator le grafiche del cabinato originale di Donkey Kong, in modo che potessero coincidere con il progetto Bartop. Nulla di che comunque...
minicab29.jpg
Il primo Plexi del Control Panel (visibile nelle foto precedenti), resterà vittima di uno degli incidenti di percorso, proprio durante la realizzazione dell’ultimo foro per il fissaggio dello stesso…verrà rimpiazzato da una revisione migliorata ed anche meglio stampata (un ringraziamento ai ragazzi di vinilika).

Ora serve un cardboard tra il CRT e i bordi interni del cab:
minicab30.jpg
Et…Voilà! Finalmente si inizia ad intravedere il risultato, dopo chissà quanto tempo…
minicab31.jpg
Un poco di soddisfazione c’è, ma al di là del contenitore, ora bisogna pensare al contenuto…prima però, una bella incollata di T-Molding (un adattamento in realtà da un profilo cromato per automobili)
minicab32.jpg
Metti la colla, metti il nastro, togli il nastro, togli la colla in eccesso…il tutto ovviamente un lato per volta.
Quasi dimenticavo…ad un certo punto indefinito, ho ritalgiato ed incollato i due vinili adesivi delle Side Art.
minicab33.jpg
Direi che ci siamo...

…ma per accenderlo e soprattutto sistemarlo come si deve c’è voluto altro tempo: poco più di 230 giochi con risoluzione verticale, settati in modo (quasi) maniacale uno per uno, senza contare il contorno, con l’ottimizzazione del Bios e del Sistema operativo, EWF + HORM, Frontend, setting dei comandi di gioco e quant'altro.
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
Furiola
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 1757
Iscritto il: 23/12/2015, 19:42
Medaglie: 24
Reputation: 305
Località: Pontedera
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno Bad Dude

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Furiola » 17/05/2016, 22:43

Grande biasini! Hai fatto davvero un bel lavoro!! Ti Voglio presto in sfida!!!

Inviato dal mio GT-N7100 utilizzando Tapatalk


Avatar utente
giuppo
Site Admin
Site Admin
Messaggi: 3847
Iscritto il: 03/11/2015, 7:46
Medaglie: 38
Reputation: 612
Nazione: Italia
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno I - Team Battle Challengebuster Maestro Yoda
Contatta:

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da giuppo » 18/05/2016, 0:07

Un maniaco della precisione. [yes.gif]
Arcademania il forum di riferimento


Avatar utente
mr.do
Arcader
Arcader
Messaggi: 473
Iscritto il: 28/12/2015, 16:54
Reputation: 74
Località: Treviso

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da mr.do » 18/05/2016, 7:22

É tanto, tanto caruccio! esteticamente un complemento d'arredo


Avatar utente
Moket
Arcade Maniac
Arcade Maniac
Messaggi: 3079
Iscritto il: 03/11/2015, 9:41
Medaglie: 6
Reputation: 584
Località: Roma
:
Medaglia d'oro Medaglia d'argento Medaglia di bronzo Medaglia di legno

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da Moket » 19/05/2016, 11:39

[offtopic.gif] [sorry.gif]
Mr.Do hai MP...
Non partecipi al trofeo???????
<< Sono il padre dei famigerati Bacheca Boys >>


Avatar utente
mr.do
Arcader
Arcader
Messaggi: 473
Iscritto il: 28/12/2015, 16:54
Reputation: 74
Località: Treviso

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da mr.do » 20/05/2016, 10:28

Non mi prendo l'impegno visto che non posso garantire in maniera decente nemmeno la partecipazione alla sfida classica, non sarebbe corretto per gli altri partecipanti, grazie Mok pensi sempre a tutti.


Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2143
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 374
Località: Roma

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da biasini » 23/05/2016, 15:49

Qualche aggiornamento...

Dove eravamo rimasti? Ah si, struttura terminata, quindi si passa al lato funzionale.

Una delle priorità era certamente quella di poter simulare il più possibile il comportamento di un vero cabinato da sala giochi, quindi pulsante On/Off che faccia partire insieme PC e TV e sistema di ibernazione che permetta di accendere e spegnere senza pensieri.

All'avvio l’unica presenza software visibile sarà quella del frontend con alla base un sistema operativo ben nascosto e funzionale alla causa, con alcuni servizi essenziali e nulla più.


Vediamo quindi come si presenta da acceso.
minicab35.jpg
minicab34.jpg
Il menù di scelta giochi, senza particolari fronzoli post-moderni ed effetti speciali, è affidato al frontend M.A.L.A.
minicab36.jpg
Una particolare attenzione è dedicata alle risoluzioni: ci vuole un po’ di tempo e dedizione per riprodurre l’Arcade in modo fedele, ma alla fine il risultato di una corretta emulazione in modalità nativa su un CRT ripaga lo sforzo creando un effetto difficilmente replicabile con altri mezzi o modalità…originale a parte, ovviamente!

Andiamo quindi a verificare il comportamento dei giochi, iniziando dai classici.

Era un po’ che non vedevo Pac Man così…
minicab37.jpg
Il simpatico Jumping Jack, molto colorato. Tra l'altro molto belli i cabinati della Universal, ma questa è un'altra storia...
minicab38.jpg
Anche Donkey Kong sembra decisamente in forma a 224x256@60hz
minicab39.jpg
Altri titoli della Golden Age
minicab40.jpg
minicab41.jpg
minicab42.jpg
minicab43.jpg
Se i classici sembrano tornare agli antichi fasti, anche quelli più "moderni" non possono di certo lamentarsi...
minicab44.jpg
minicab45.jpg
minicab46.jpg
minicab47.jpg
In conclusione, direi che il tempo è stato tiranno e l'incostanza produttiva unita a qualche ostacolo hanno contribuito a dilatare in un periodo di un anno e mezzo circa la durata complessiva del progetto, talvolta messo da parte anche per favorirne degli altri simili, non necessariamente miei.

L'unica cosa che conta è essersi divertiti nel portare a compimento la sfida ed avere di fronte un risultato gradito e fruibile, a fronte di sforzi e pazienza spesa.

Un saluto a tutti gli amici "Arcadofili" d'annata! [beer2.gif]
minicab48.jpg
Non hai i permessi necessari per visualizzare i file allegati in questo messaggio.


Avatar utente
mr.do
Arcader
Arcader
Messaggi: 473
Iscritto il: 28/12/2015, 16:54
Reputation: 74
Località: Treviso

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da mr.do » 24/05/2016, 17:56

Ecco la parte che preferisco biasini, l'aspetto video, CHE MERAVIGLIA!!! quanta gente che non sa cosa si perde a montare gli lcd sui cab...


Avatar utente
bisus
Arcade Maniac
Arcade Maniac
Messaggi: 3629
Iscritto il: 03/11/2015, 2:16
Reputation: 583
Contatta:

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da bisus » 24/05/2016, 18:47

Baisini che giochi sono gli ultimi postati ? Cave ?
Segnalazioni problemi Forum
Non esitate a contattarmi in privato se doveste avere problemi sul forum http://www.arcademania.eu
grazie


Avatar utente
biasini
Extreme Arcader
Extreme Arcader
Messaggi: 2143
Iscritto il: 03/11/2015, 17:38
Reputation: 374
Località: Roma

Re: Genesi di un bartop "diverso"

Messaggio da biasini » 24/05/2016, 23:06

mr.do ha scritto:quanta gente che non sa cosa si perde a montare gli lcd sui cab...
Condivido in pieno! [shake2.gif]


@bisus: nell'ordine i nuovi sono:

Guwange (Cave)

Gunbird 2 (Psikyo)

DoDonPachi 2 (IGS)

Daiho (Athena)


Rispondi