Joypad Hack

Da wikicab.

Ecco una piccola guida di come costruirsi un bel pannello di controllo utilizzando un joypad per pc. Il Joypad hack ha il vantaggio, rispetto al Keyboard Hack di essere molto più semplice da realizzare, e di permettere l'uso di molti più pulsanti. Di contro, prevede quasi sempre l'uso di driver, per il pad usato o per l'interfaccia (solitamente USB) che non tutti i sistemi operativi supportano.

Io come esempio ho utilizzato un joypad microsoft sidewinder prima serie visto che ne avevo 4 ed è anche ottimo come circuiteria (bella grossa) e ha anche molti pulsanti, ma un qualsiasi joypad ve benissimo. Dal momento che la parte che maggiormente influisce nel costo di un pad è la parte meccanica (leve e pulsanti) mentre a noi serve unicamente l'elettronica, anche un joypad molto economico è più che adatto ai nostri scopi, purchè abbia pulsanti a sufficienza. Una volta deciso quanti tasti vogliamo smontiamo completamente il joypad e dovremmo trovarci di fronte una cosa simile alla prima immagine:

Joyhackbig.jpg

A questo punto basterà rintracciare i contatti che ci servono per il direzionale e i tasti di fuoco.

Come si può notare nel joypad sidewinder il comune per il direzionale e quello dei pulsanti è lo stesso quindi basterebbe un solo comune per tutte le funzioni, io comunque ho preferito portare fuori 2 comuni, uno per il direzionale e uno per i pulsanti. Vedete un esempio nella seconda immagine:

Joyhackbig (1).jpg

Adesso possiamo iniziare a saldare, nel caso dei sidewinder posso utilizzare i forellini del circuito stampato (questi forellini riportano le funzioni del comune dei pulsanti e del direzionale bisogna provarli con un tester) ma se i forellini non fossero presenti si dovrebbe procedere in questo modo, effettuare la saldatura direttamente sui contatti,(se necessario raschiare lo strato nero che li ricoprono) oppure direttamente sulle piste (raschiare via la protezione trasparente sulle piste del circuito). Vedi terza e quarta immagine:

Joyhackbig (2).jpg Joyhackbig (3).jpg

Si dovrà saldare su ciascuno dei contatti utilizzati e sul comune un filo elettrico, lungo a sufficienza per arrivare poi ai controlli o alla fingerboard. Volendo un metodo per mantenere il tutto bello ordinato è quello di usare cavo piatto, tipo quello IDE per hard disk (NON il SATA i cui fili sono troppo sottili per riuscire a lavorare decentemente)

Data la struttura della scheda del joypad, che vede tutti i controlli in parallelo su un unico comune, non sarà necessario ricablare il cabinet, se non per quelli che potrebbero essere pulsanti aggiuntivi. Potremo invece tranquillamente usare i contatti sulla fingerboard, e collegare in questo modo il joypad hack al cabinet in maniera estremamente semplice. Basterà rispettare la mappatura standard JAMMA per poter avere una interfaccia funzionante con pochissima fatica.

Una volta installato il tutto, ci basterà verificare che il joypad venga correttamente riconosciuto dal sistema operativo, abilitarlo in MAME tramite l'apposita casella di spunta su mame32 oppure tramite la modifica del parametro joystick in mame.ini, e siete pronti per giocare!

Questo tipo di modifica può essere utilizzata anche per interfacciare volanti di guida arcade al PC; bisognerà naturalmente scegliere un joypad con leve analogiche e sostituire il potenziometro dietro il volante con uno da 10000 Ohm (10K Ohm).

N.B. Molti Joypad a basso costo utilizzano un "comune alternativo" per le direzioni SU e DESTRA, se si utilizza il comune sbagliato verranno registrati come GIU' e SINISTRA. E' abbastanza semplice rendersi conto se si e' in presenza di questi joypad seguendo le tracce a vista, per cui in questo caso occorre aver cura di collegare il common dei pulsanti SU e DESTRA a questo "comune alternativo" e NON al comune normale.